Vignetta Senza parole

11 gennaio 2010 vignetta di

vignetta Senza parole

Max

Max

Sono nato a Palermo, la periferia più periferica dell'Impero, ormai quarant'anni or sono. Da sempre la malattia di impugnare matite e pennarelli ha contraddistinto la mia esistenza. Rendendomi, forse, davvero stranulillo... Per fortuna Alessandra, la mia adorata moglie (hai visto che l'ho scritto?!? ora smetti di ringhiare...), mi ha reso più umano. Eppoi sta per arrivare Federico!!! Quindi o così o ciccia. Ho collaborato in passato con alcune testate locali (ahi!) e adesso faccio il libraio in una piccola, e ancora sopravvivente, libreria cittadina. Certo, dovessi riuscire a campare disegnando non mi farebbe del tutto schifo... a buon intenditor! Ma c'è davvero qualcuno all'ascolto????


Nessun Commento a "Vignetta Senza parole"


    Rispondi